Saldi estivi 2024 🌞 -20% automatico alla cassa

Qual è la storia dell'unicorno?

Pubblicato da Giulia il

Qual è la storia dell'unicorno?

L'unicorno è una creatura immaginaria. Si trova spesso nelle leggende e nelle storie per bambini. Assomiglia a un cavallo, ma ha un solo corno sulla fronte, da cui il nome "unicorno".
Ma qual è la vera origine di questo fantastico animale?

storia-degli-unicorni


Scoprite anche: compleanno - torta unicorno con panna [tutorial facile]

Quali sono le origini dell'unicorno?

In teoria, l'unicorno è una creatura leggendaria conosciuta fin dall'antichità greca. All'epoca, furono soprattutto i Persiani e i regni indiani a menzionare questo animale.

Si ritiene quindi che l'unicorno abbia avuto origine in Oriente. Presente in molti libri di storia naturale, le culture antiche lo consideravano un animale reale con poteri magici.

L'unicorno occidentale si differenzia completamente dalla versione asiatica, soprattutto in termini di storia, importanza e aspetto. In Occidente, l'unicorno è visto come un animale feroce e insensibile, ma rappresenta anche la grazia e la purezza. Secondo la leggenda, questa creatura è attratta dalla verginità.

Esistono molte rappresentazioni di questa creatura, ma le più famose sono quelle della mitologia e delle storie greche. L'aspetto dell'unicorno è una via di mezzo tra un cavallo e una capra bianca.

Ha una piccola barba, zoccoli e un'andatura aggraziata. L'aspetto dell'unicorno si distingue per il suo corno dritto e appuntito, lungo circa 70 cm e a forma di spirale, che si trova sulla fronte.

storia-unicorno

>> Scoprite anche: come disegnare un unicorno facilmente ? Principiante - Intermedio - Avanzato

bambole-unicorno-reborn-femmine

[Regnoreborn, sito ufficiale di bambole reborn]


Da dove viene l'unicorno?

Secondo le storie, l'unicorno vive nelle profondità di una foresta primordiale. Questa creatura bianca e brillante trotta tra gli alberi. Tuttavia, secondo alcune fonti attendibili, è nata nell'immaginazione di uno scrittore greco chiamato Ctesia, intorno al 400 a.C..

La letteratura greca ci dice che l'asino selvatico indiano aveva il corpo bianco, le dimensioni di un cavallo, gli occhi blu e la testa viola. Sulla fronte spicca un lungo corno dalla punta rossa, nero al centro e bianco alla base.

Secondo Ctesia, esiste un animale sulla terra che possiede incredibili virtù medicinali. Questa leggenda ha ispirato diversi pittori come Dalì e Vinci. Credendo in queste parole, i popoli del Medioevo andarono alla ricerca di questo famoso cavallo bianco brillante.

Erano determinati a rubare il corno di questo favoloso animale. Ma è troppo veloce per essere catturato dall'uomo. In ogni caso, la bestia dietro questa descrizione era probabilmente il rinoceronte indiano.


quale-e-la-storia-dell-unicorno

Bambola-reborn-femmina-pigiama-unicorno-bianca-regnoreborn


Scoprite anche: come disegnare un unicorno facilmente ? Principiante - Intermedio - Avanzato


Cosa simboleggia l'unicorno?

Oggi l'unicorno simboleggia due caratteristiche particolari: il potere e la purezza.
Nel XIX secolo era associato alla ricchezza, alla spiritualità, alla verginità, al divino, alla nobiltà e all'amore. È diventato persino l'animale ufficiale della Scozia.

La leggenda indiana è molto chiara: questa bestia fantastica era in grado di rilevare se l'acqua era inquinata e di renderla pura per farla bere agli altri animali.

Essendo una creatura immortale, poteva sentire l'odore dei veleni. È anche foriero di buoni auspici. Solo una ragazza vergine gettata davanti a lei poteva domarla.

Nel Medioevo, molti corni venivano venduti dai commercianti del nord e del sud. Anche se non si trattava di corno di unicorno, ma di corno di rinoceronte e denti di narvalo, questi prodotti venivano venduti a prezzi elevati. All'epoca era un'industria molto redditizia.


origini-unicorni

 

>> Scoprite anche: compleanno - torta unicorno con panna [tutorial facile]


Una creatura con poteri magici?

Gli antenati credevano che il corno dell'unicorno potesse curare alcune malattie e fungere da antidoto a veleni mortali. Per questo motivo, i nobili erano desiderosi di ottenere un corno e di trasformarlo in oggetti di uso quotidiano come una tazza di tè.

Le persone di grande ricchezza bevevano da questi utensili per proteggersi da bevande contaminate, epilessia, impotenza e mal di stomaco. Il corno potrebbe anche prolungare la loro aspettativa di vita.

Bambola-reborn-femmina-vestito-unicorno-ariel-regnoreborn

Nel corso degli anni, questa bestia ha mantenuto queste caratteristiche. Giovani e meno giovani la considerano ancora una creatura magica. Oltre che nelle varie creazioni hollywoodiane, l'unicorno è presente in numerosi prodotti, tra cui abbigliamento, pigiami, costumi, libri, cartoni animati e film d'animazione. L'unicorno ha suscitato molto interesse ed è una figura magica in primo piano.

Pertanto, l'apparizione di un unicorno sarebbe un vero dono divino pieno di immenso onore. Tuttavia, solo le persone con un cuore puro e che compiono azioni virtuose meritano di vederlo.


immagine-unicorno


Scoprite anche: TOP50+ Disegni unicorni da colorare e stampare


Le diverse rappresentazioni dell'unicorno

Le leggende non conoscono confini. L'origine dell'unicorno varia da cultura a cultura, ma il corno è sempre presente in tutte le rappresentazioni. In tutte le situazioni, questo animale rimane una bestia benefica con poteri benefici per l'uomo.

Origine dell'unicorno asiatico?

Molte storie cinesi raccontano di una creatura mitica nota come "qilin". Questa creatura assomiglia a un unicorno, ma con un aspetto diverso. Ha il corpo di un cervo, la testa di un leone, scaglie verdi e un lungo corno. Anche i giapponesi hanno una bestia simile, chiamata "kirin".

Questa creatura pacifica è benefica soprattutto per i bambini e gli adolescenti. Porta loro grande prosperità. Di solito compare solo in occasione della nascita di un imperatore, di un saggio o di altre persone importanti. Secondo la leggenda, l'unicorno asiatico può vivere fino a 1000 anni.

Come nella mitologia classica dell'unicorno, i qilin simboleggiano la fertilità. Per questo motivo, nelle opere d'arte sono spesso raffigurati mentre portano i neonati ai giovani genitori. I Qilin sono animali magici con un potere potente e indefinibile.

Molte storie mostrano che queste bestie sono in grado di determinare il carattere di una persona, se è malvagia o meno, guardandola negli occhi. Pacifici per natura, puniscono solo i cattivi. Pertanto, sono buoni giudici del carattere.


dove-viene-il-unicorno


Scoprite anche: Dove vivono gli unicorni ?

Origine dell'unicorno sudamericano?

La leggenda dell'unicorno è presente anche in Sud America, più precisamente in Cile. Si chiama "camahueto" e ha le stesse qualità dell'unicorno. Tuttavia, sembra più un vitello o un toro. Ma invece di avere due corna, ne ha solo una.

Questo animale viene cacciato selvaggiamente dai machis o guaritori a causa del suo corno, che ha virtù miracolose contro varie malattie. Lo catturano con un lazo per strappargli il corno in un colpo solo. Dopo questo atto spaventoso, bendano l'apertura e lasciano che il camahueto prosegua il suo cammino.

Un rimedio popolare per il corno di camahueto consiste nel raschiare i trucioli dal corno e mescolarli con aceto di sidro e acqua di mare. Questa miscela cura l'impotenza negli uomini e ripristina la vitalità negli uomini anziani. Secondo le favole, i machis piantarono i resti di questo corno nel terreno per far crescere altre creature.


disegno-unicorno

 

>> Scoprite anche: TOP50+ Disegni unicorni da colorare e stampare

 

Origine dell'unicorno greco ed europeo?

Grazie alle sue proprietà benefiche e al suo legame con la religione cristiana, l'unicorno ha conquistato il cuore e la mente di molti europei. L'unicorno assomiglia a un grande cavallo bianco magico o a una capra con un lungo corno al centro della testa e zoccoli a zampa. Piena di grazia e maestosità, questa creatura mitica vive nei boschi profondi ed è difficile da catturare.

Questo animale era molto ricercato per la sua nobiltà e regalità. Chi voleva il suo leggendario corno pagava all'epoca una cifra considerevole. Anche se a tutt'oggi non sono mai state trovate corna, tutti pensavano che gli unicorni fossero un vero e proprio essere vivente. Per questo motivo sono stati inclusi nei libri di testo di storia naturale.

Origine dell'unicorno africano?

La tradizione orale del Congo parla di una creatura chiamata "Ababda". Conosciuto per le dimensioni di un asino, la sua coda assomiglia a quella di un cinghiale.

Questo animale africano a quattro zampe ha due corna invece di una. Secondo la leggenda, sono stati usati come rimedio e hanno curato molte malattie spesso incurabili. Le corna di Ababda sono anche considerate l'antidoto per veleni mortali.


pegase-unicorno

Origine dell'unicorno nella religione cristiana?

Sebbene sia impossibile, anche la Chiesa cristiana ha adottato l'unicorno. Molte allegorie potrebbero essere utilizzate per simboleggiare il legame della creatura con Cristo. In effetti, questo animale compare in alcune traduzioni della Bibbia.

Alcuni passi poetici fanno riferimento a uno splendido animale dalle forti corna chiamato "re'em". È stato tradotto come "unicorno", "rinoceronte" o "bue selvatico".

La prima interpretazione di questo genere appare nell'antico bestiario greco Psysiologus. Gli scrittori medievali la paragonano all'incarnazione di Cristo nella Vergine Maria e alla Passione di Cristo.

Gli unicorni hanno quindi un simbolismo molto profondo e puro. Chi ha l'opportunità di vederlo deve sentirsi benedetto e fortunato.

I cacciatori rappresentano i pescatori che vogliono massacrare Cristo. La bestia era in grado di superare i cacciatori perché era l'incarnazione del bene e di tutto ciò che è puro.

Ma per il desiderio di salvare l'umanità e soprattutto i puri di cuore, l'unicorno va dalla Vergine e posa la testa sulle sue ginocchia. Si sacrifica senza badare a spese.

Questa interpretazione è visibile nell'arazzo a sette pannelli "La caccia all'unicorno". I nobili non riescono a catturarlo finché non riposa nel grembo di una vergine.

Uccidono la creatura senza pietà. Tuttavia, l'ultima tavola mostra un unicorno risorto che vive pacificamente in un campo pieno di fiori.

Finalmente scoperte le origini del mito dell'unicorno

Gli scienziati russi dell'Università di Tomsk hanno recentemente scoperto il mito dell'Elasmotherium sibiricum, il nome scientifico dell'unicorno siberiano. Il dottor Andrei Shpaski e il suo team hanno trovato prove inconfutabili sul posto. Hanno trovato frammenti del cranio nel nord-est, vicino al villaggio di Kozhamazhar.

Questi resti gli hanno permesso di sapere che il famoso rinoceronte gigante con un solo corno sulla fronte conviveva con gli esseri umani in Kazakistan 26 000 anni fa.

I paleontologi ritengono che l'origine di queste bestie risalga a 2,6 milioni di anni fa. Questa creatura si sarebbe rifugiata lì a causa del riscaldamento globale. Questo ha portato alla sua estinzione.

L'unicorno siberiano era lungo quasi 4,5 metri e alto 2 metri. Avrebbe pesato circa 5 tonnellate. Secondo i loro studi, il suo corno nella parte superiore del cranio avrebbe superato diversi metri di lunghezza con una circonferenza di un metro.

Le sue zampe sarebbero state molto più lunghe di quelle del rinoceronte, il che gli consentiva di correre alla stessa velocità del cavallo. Come il rinoceronte, il corno gli permetteva di difendersi e di combattere gli avversari.

Il fatto che gli antenati abbiano incrociato questo animale potrebbe quindi spiegare le numerose storie che hanno dato origine al mito dell'unicorno. Inoltre, i paleontologi che lavoravano in Siberia avevano già sentito questa leggenda dai tartari.

Secondo loro, questa gigantesca bestia con un solo corno era così grande che aveva bisogno di una slitta per essere trasportata. Questa nuova scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica American Journal of Applied Sciences.

Perché gli unicorni sono di moda?

Una volta risolti questi misteri, la tendenza degli unicorni è cresciuta costantemente negli ultimi anni. Questa invasione dilagante si sta infatti estendendo a pigiami unicorno, abiti unicorno, zaini scolastici unicorno e persino copripiumini unicorno.

Ci sono così tanti prodotti derivati che invadono il mercato. Su Internet, alcune persone hanno un vero e proprio seguito di culto. Ma perché?

Forse la società consumistica di oggi è stata influenzata dalle immagini della "Dama dell'Unicorno" o è stata presa da un'improvvisa passione per il Medioevo? In ogni caso, sono soprattutto i bambini ad essere i re della pista, in particolare le bambine.

Anche il cinema è coinvolto nella tendenza degli unicorni. La piccola Agnes nel film d'animazione "Io, brutto e cattivo" non lascia mai il suo peluche di unicorno nel terzo film.

Ad oggi, questo giocattolo è stato trasformato in un vero e proprio peluche. Allo stesso modo, la francese Ubisoft sta raggiungendo nuove vette con i suoi Lapicorni. Questi sono i Rabbids che indossano costumi unicorno.

 

Avete bambini appassionati di unicorni?

Non dimenticate poi di iscrivervi alla nostra Newsletter (utilizzando la bolla in basso a sinistra dello schermo) per provare a vincere una delle nostre bambole unicorno (una bambola reborn unicorno di 55-60 cm da vincere ogni mese dopo un sorteggio).

1 abbonamento = 1 possibilità di vincere

Buona fortuna!

bambola-reborn-femmina-capelli-lunghi-peluche-unicorno-jasmina-regnoreborn

← Post più vecchi Post più recente →


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

{% include 'toto' %}